Baci di Alassio

Questi classici dolcetti che fanno parte della piccola pasticceria italiana nascono intorno al 1910, circa quindici anni dopo i progenitori assoluti del genere, i piemontesi “baci di dama”e ha permesso ad Alassio di entrare a far parte del Club “Città del Cioccolato” e dell’Itinerario del Bacio, un percorso all’insegna non solo della bontà, ma anche della dolcezza e del romanticismo.

Ingredienti : 

  • 500g farina di nocciole
  • 3 albumi
  • 250g zucchero
  • 40g cacao
  • 30g miele

Per la ganache : 

  • 100g panna
  • 50g cioccolato fondente

Procedimento : 

Tostate in forno caldo a 180° le nocciole sparse su una teglia per circa 5 minuti, così che rilascino il loro olio; fatele raffreddare e poi trasferitele nel mixer insieme al cacao e allo zucchero semolato; azionare fino a ottenere una polvere il più liscia possibile. Montate a neve molto ferma gli albumi con un pizzico di sale. Trasferite la farina ottenuta in una terrina e aggiungete gli albumi in un paio di riprese mescolando delicatamente con una spatola; in ultimo il miele.Dotatevi di una sacca da pasticcere e munitela di bocchetta a stella di 1cm di diametro; versate un pò di composto  alla volta nella sacca e poi formate dei ciuffetti omogenei tenendo la sacca perpendicolare sulla placca da forno , meglio se rivestita con l’apposita carta; formate circa 30 mucchietti (così da avere poi 15 baci finali) e cuoceteli in forno caldo a 200° per circa 12 minuti; fateli freddare completamente. Preparate la ganache montata;portate al limite del bollore la panna e poi versatela bollente nel cioccolato fondente spezzettato in una terrina; lasciate risposare così senza mescolare per 5-10 minuti; mescolate ora con un cucchiaio e poi montate bene per circa 10 minuti con le fruste elettriche oppure con l’aiuto della planetaria.Versate la ganache in un’altra tasca da pasticcere senza usare bicchette metalliche (10) e poi versate poco composto su uno dei baci e unite con un altro. lasciste riposare eventualmente anche in frigo al fine di compattare al meglio la ganache.

Come abbinamento si può consigliare un vino passito con toni di miele e un retrogusto mandorlato come il Cinque Terre Sciacchetrà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...